Programmazione e fruizione ferie residue anni precedenti

Con riferimento all’oggetto, in coerenza con le previsioni dell’ art. 36 del CCNL vigente e dell’Accordo del 28 marzo 2018 relative alla fruizione di eventuali periodi di ferie non goduti nell’anno di maturazione, Vi informiamo che l’Azienda procederà a richiedere, ai lavoratori che ad oggi presentino un residuo ferie relativo agli anni precedenti, l’immediata programmazione delle stesse al fine di garantirne la fruizione nei termini contrattuali e, per le specifiche situazioni con significativo residuo, entro il mese di luglio 2020. In questa specifica contingenza la cogente pianificazione in termini di sollecitudine e di rispetto, costituisce un importante elemento segnaletico e valoriale di sensibilità e allineamento ai comuni obiettivi di complessiva compatibilità sia per gli interessati che per i loro responsabili. Relativamente alla spettanza 2020, ferma restando la necessità di far pervenire all’Azienda nel mese di maggio la pianificazione dell’intero contingente annuale che ne garantisca la fruizione entro il 31/12/2020, in considerazione della particolare situazione emergenziale, connessa alla diffusione del COVID 19, in via eccezionale, sarà consentita la ripianificazione dei giorni di ferie già programmati ma non goduti, la cui fruizione era prevista entro il 16 maggio.